Týr Italia Intervista la band

In occasione del concerto di Romagnano, lo scorso 24 Settembre, siamo riusciti a organizzare un’intervista con la band, grazie a Terji. Qualche ora prima dello show, abbiamo incontrato i ragazzi sul tour bus e abbiamo posto loro qualche domanda sul loro nuovo album, Valkryrja, e fatto quattro chiacchiere 🙂

Grazie a Jon di Týr Fans UK per l’editing e le correzioni 🙂 

 

La versione tradotta in italiano è postata sotto

 

Lenny: First of all, congratulation for Valkyrja. Maybe you heard this tons of times in these past weeks, but the album is awesome!

Mattia: It’s a blast!

Terji: Thank you.

Lenny: and congratulation on Facebook also, you got 100, 000 fans-

Heri: Yes we have!

Lenny: and we as fanclubs- maybe you saw it- we’ve organised a banner parade with all the same banners.

Heri: Oh yes, it’s nice!

Mattia: Valkyrja is your second concept album. Was it your original plan or did you have the idea while you were composing and noticed that the songs came together on their own? How was Valkyrja born?

Heri: It was our plan to make a concept album because we are always in a hurry and it’s much easier to write concept lyrics. You know approximately what you are going to write. If you don’t have a concept, you have to begin from zero for every song. It takes much more time, and we don’t have that much time. Some ideas are older than The Lay of Thrym or even By the Light of the Northern Star, but the concept was our first need.

Lenny: Heri, in a interview you said that you like the style change you had from the older album to Lay of Thrym and you weren’t going to change it. Is there any difference between Valkyrja and Lay though?

Terji: Well, not that much.

Lenny: Many Italian fans complained about the change and said stuff like: ’Well, Eric the Red was better… now they are pop…”

Terji laughs

Terji: It’s always like that.

Heri: Yes, I don’t think there has been a radical change; maybe a slow change to some direction, but nothing big.

Gunnar: There’s some fast stuff. Yes, faster.

Heri: Yes, previous albums were slower.

Mattia: It’s not a change, rather an evolution.

Heri & Terji: Yes

Lenny: So you prefer this kind of style rather than Eric the Red?

Heri: Oh yes, I personally prefer what we write now.

Lenny: Valkyrja’s cover art is different from the other ones: it’s full of bright colours. Did the artist work by himself, freely, or did you have some ideas yourself and pass them on?

Terji: We gave him the idea, basically.

Gunnar: I think that Terji had the basic idea of the concept.

Heri: Yes, the Valkyrja in the centre of the battlefield with fire. I sent him the lyrics, but I don’t think he took that much from that. It’s basically a Valkyrja on the battlefield!

Gunnar: Yes, he showed us some ideas, sent us some sketches.

Heri: I think we had some comments about the sketches…

Terji & Gunnar: Yeah.

Terji: He came up with another suggestion first that we didn’t like.

Heri: Yes, so we looked at the sketches and made comments about them then.

Mattia: Let’s talk about the duet with Liv (Kristine, Leaves’ Eyes). Was the song created to be perfomed with Liv, or did you write it for the concept?

Heri: I wrote the lyrics after I know she was singing for us, of course. But the music was written before we knew she was going to sing it. We hadn’t decided which song she was going to sing even when she said that she was going to sing for us, but I think it was the obvious choice.

Mattia: Was she your first choice?

Heri: She was the only, the only female that was available. And we wanted to work with her.

Lenny: Terji, there’s a recent interview in which you said that you said that you composed more for Valkyrja. Is there any chance that you will compose more for the coming albums? Maybe a whole song written by you?

Mattia: We already have a song title for you! It’s called ‘Boobs and Vodka!’

Terji laughs

Terji: There are already some songs written for the next album; we have a few already. But not enough, of course. And I have a lot of songs that I’ve already recorded at home. So I have to choose which ones will suit.

Mattia: Will you write the lyrics, too?

Terji: No! I tried but no…

Mattia: It’s Heri’s job!

Heri nods.

Mattia: What’s the craziest collaboration you would like to do?

Gunnar: Collaborations?

Heri: I would like to do a video with the Umbilical Brothers (Australian comic duo)

Terji: I don’t know. I don’t think about it a lot.

Gunnar: Not at all actually

Terji: This one was crazy!

Lenny: What’s the song on Valkyrja you are most proud of? Lyrically and musically.

Terji: Another Fallen Brother, because I wrote it.

Heri: I’m not sure, but I think that the title track is really good.

Gunnar: I guess I would say the title track also.

Mattia: Is there a song you wouldn’t like to play anymore?

Terji: Nine Worlds of Lore.

Heri: It was your idea!

Gunnar: There are few, but this won’t happen. We have to play them.

Heri: I guess Hail to The Hammer. But I know I’m gonna play that again.

Terji: We have to.

Heri: It’s actually not so bad. It’s not a matter of listening to it, but maybe practising it. You have to do it sometimes. But when people like a song, it’s nice to see them: it eases up the pain! So you have to play it again.

Mattia: Have you ever thought about an acoustic concert?

Terji: Yes, we talked about it once.

Heri: But very soon we decided that it was a terrible idea.

Mattia: This is my own curiosity, what about a concert with an orchestra?

Terji: Mmmm.

Mattia: Even though your style is, maybe, far from orchestral music.

Heri: I thought about sometimes. I have.

Terji: It will probably happen sometime. Like other bands.

Heri: Maybe the orchestra of the Faroe Islands

Mattia: We hope so!

Heri: Could happen.

Lenny is actually too amazed at the idea to even speak a word.

Lenny: Is there a concert that you will remember forever?

Heri: Wacken, the first time. I will never forget that.

Gunnar: This summer in the Faroe.

Terji: Yeah, that was really nice.

Heri: Summarfestivalurin was extremely good.

Gunnar: Really, really good.

Lenny: Yep, you also played Ormurin Langi with Pol!

Gunnar: Oh yes, that was great!

Mattia: What would be your perfect concert Where, when? Is there a particular stadium or festival you would like to play in?

Gunnar: I don’t know. I have no idea!

Mattia: Maybe a two hours long concert at the Madison Square garden, let’s say?

Heri: Well, maybe in Rio! 50, 000 people!

Lenny: The last question: let’s talk about the relationship with the fans. You are really attached to the fans, always kind and nice. And we fans, too, are really close to each other. On Facebook, we have a group with all the fan clubs administrators and we are always collaborating.

Do you have a special memory about a ’love’ declaration from the fans? Something crazy, like tattoos? Or stuff like that?

Gunnar: I’ve seen a lot of tattoos.

Terji: Yes, tattoos.

Heri: I wanted to make an album with all the fans tattoos…

Gunnar: The one with the cover of By the Light of the Northern Star sleeve.

Heri: That’s of course very kind, and the best thing about fans is that they indirectly pay the bills and make our life! Laughs

Lenny: The number of fans is growing; you just reached 100, 000 fans on Facebook. So, do you think that this could lead to a headliner tour sooner or later? I hope soon, at least!

Heri: We are going to another tour in Europe next year with another Scandinavian band.

Terji: We have a plan, but nothing headliner.

Lenny: We came to Switzerland to see you and you were headliner, and of course it was different. More time, different songs…

Heri: We don’t have any headliner tour planned soon.

Terji: Let’s see what this album will do for us.

Lenny: Thank you!

Mattia: Thank you so much.

Heri: You are welcome!

 

*     *     *     *

 

Lenny: Prima di tutto, volevamo congratularci per Valkyrja, anche se di certo è una cosa che avrete sentito spessissimo in questi giorni, ma davvero, congratulazioni! E’ fantastico!!

Terji:Grazie!!

Lenny: E anche congratulazioni per i 100.000 fans su FB!

Terji e Heri: Ah si!! Sisi 100.000!!

Lenny: Non so se avete visto, ma noi dei fan clubs ci siamo organizzati e abbiamo fatto una ‘banner parade’ con tutte le copertine delle pagine di FB!

Heri: oh sisi fantastico J

Mattia: Valkyrja è il vostro secondo concept album. Era la vostra idea iniziale o avete avuto l’idea di farne un concept mentre componevate? E quindi le canzoni erano più facilmente legate assieme? Com’è nato Valkyrja?

Heri: era il nostro piano iniziale di fare un concept, parzialmente perché siamo sempre indaffarati e di fretta. Ed è più veloce scrivere le lyrics di un concept album. Se non hai un concept devi iniziare da zero per ogni canzone. Ci vuole più tempo ed è tempo che ora non abbiamo. Quindi l’idea del concept è venuta subito…Alcune idee sono forse antecedenti a TLOT o forse persino a BTLOTNS, ma il concept è stata l’idea primaria.

Lenny: Heri, in una recente intervista hai detto che il cambio di stile che avete avuto con TLOT ti piace e che quindi l’avreste usato anche per il nuovo album. Ci sono alcune differenze tra gli ultimi due album però?

Terji: beh non molti…

Lenny: Perché molti fans italiani si sono lamentati di questo cambio di stile con cose della serie “Eric the red è meglio, ora sono pop” etc etc.

*Terji ridacchia*

Heri: Sì, non penso che ci sia stato un cambiamento radicale, c’è stato un cambiamento graduale ma non di certo radicale.

Gunnar: forse il materiale è più veloce

Heri: sì gli altri album erano più lenti….

Mattia: Più che un cambio si tratta di un’evoluzione

Terji e Heri: Sisi

Lenny: Quindi preferite questo stile piuttosto che quello di Eric the Red?

Heri: Si personalmente preferisco come componiamo ora

Lenny: La copertina dell’album ha colori diversi rispetto alle altre, più sgargianti forse. Avete lavorato con l’artista o ha avuto carta bianca?

Terji: Gli abbiamo dato noi l’idea

Gunnar: Penso che Terji gli abbia dato l’idea base

Heri: si,con la valchiria al centro, sul campo di battaglia e il fuoco. Gli ho mandato i testi delle canzoni ma non penso che li abbia usato molto. Alla fine è una valchiria sul campo di battaglia.

Gunnar: Si ci ha mostrato alcune idee, qualche bozza.

Heri: si alcune bozze non ci piacevano

Terji: la prima proposta non ci piaceva

Heri: quindi abbiamo fatto dei commenti alle prime bozze.

Mattia: Parliamo del duetto con Liv Kristine. Il brano è stato scritto per essere cantato con Liv o l’avete scritto solo per il concept?

Heri: Ho scritto il testo dopo aver saputo che avrebbe cantato per noi, certo. Ma la canzone è stata scritta prima che sapessimo che l’avrebbe cantata. Non avevamo deciso quale canzone farle cantare, nemmeno quando lei ci disse che avrebbe cantato per noi. Penso sia stata la scelta più ovvia.

Mattia: Lei è stata la vostra prima scelta?

Heri: Era l’unica, l’unica donna che fosse disponibile. E noi volevamo mantenere il lavoro con lei.

 

Lenny: Terji, c’è una recente intervista nella quale dici che hai composto di più in Valkyrja. Quindi c’è qualche possibilità che comporrai di più anche nei prossimi album? Magari un’intera canzone scritta da te, testo compreso.

Mattia: Abbiamo già un titolo per te: “Tette e Vodka”!

*Terji ride*

Terji: Ci sono già alcune canzoni scritte per il prossimo album, ne abbiamo alcune, ma non sono abbastanza, ovviamente. E ho molte canzoni che ho già registrato a casa, quindi devo solo scegliere le più adatte.

Mattia: Scriverai anche i testi?

Terji: No! Ci ho provato, ma no…

Mattia: È il lavoro di Heri!

*Heri ride*

Mattia: Quale sarebbe la collaborazione più pazza che vorreste fare?

Gunnar: Collaborazione? Mhm…

Heri: Io vorrei fare un video con gli Umbilical Brothers [un duo comico australiano, NdT]

Terji: Non lo so, non ci ho mai pensato molto…

Gunnar: No davvero!

Terji: Beh, questo è pazzesco!

Lenny: Qual è la canzone di Valkyrja di cui siete più fieri? Sia musicalmente che come testo.

Terji: Another Fallen Brother, perché l’ho scritta io!

Heri: Non ne sono sicuro, ma penso Valkyrja

Gunnar: Penso che direi anche io la stessa.

 

Mattia: C’è una canzone che non vorreste più suonare?

Terji: Nine Worlds of Lore

Heri: Quella è stata una tua idea!

Gunnar: Ce ne sono un po’ ma non succederà, dobbiamo suonarle.

Heri: Penso Hail to the Hammer. Ma so che la suoneremo ancora.

Terji: Dobbiamo!

Heri: In realtà non è così male. Non è una questione di ascoltarla, quanto di perfezionarla, quando è da fare qualche volta.Ma quando alla gente piace una canzone è bello vederlo, ti tira su il morale! Quindi devi suonarla ancora.

Mattia: Avete mai pensato ad un concerto acustico?

Terji: Sì, ne abbiamo parlato una volta…

Heri: Ma recentemente abbiamo capito che sarebbe un’idea terribile.

Mattia: Questa è una mia curiosità, cosa ne pensate di un concerto con un’orchestra?

Terji: Mhm

Mattia: Nonostante il vostro stile sia probabilmente lontano dalla musica orchestrale.

Heri: Ci ho pensato qualche volta, davvero.

Terji: Probabilmente succederà  qualche volta. Come hanno fatto altre band.

Heri: Magari l’orchestra delle Isole Fær Øer.

Mattia: Speriamo!

Heri: Può succedere

*Lenny è davvero troppo meravigliata per essere in grado di spiccicare parola*

 

Lenny: C’è un concerto che ricorderete per sempre?

Heri: Wacken, laprima volta. Non lo dimenticherò mai..

Gunnar: Quest’estate nelle Fær Øer.

Terji: Sì, quello è stato piuttosto figo!

Heri: Il Summarfestivalurin è stato davvero ottimo!

Gunnar: Davvero, davvero buono.

Lenny: Sì, avete anche suonato Ormurin Langi con Pol!

Gunnar: Oh sì, è stato grandioso!

 

Mattia: Quale sarebbe il vostro concerto perfetto?

Dove, quando? C’è uno stadio in particolare o un festival in cui vorreste suonare?

Gunnar: Non lo so, non ne ho idea!

Mattia: Magari un concerto di due ore al Madison Square Garden, per dire?

Heri: Beh, magari a Rio! Ci stanno tipo 50.000 persone!

 

Lenny: L’ultima domanda, parliamo del rapport con i fan. Siete davvero attaccati ai fans, sempre gentili e disponibili. E anche noi fans siamo vicini tra di noi. Su Facebook abbiamo un gruppo con tutti gli amministratori dei fan club e collaboriamo sempre.

Avete un ricordo speciale riguardo qualche dimostrazione d’amore da parte dei fan? Qualcosa di pazzo come i tatuaggi o affini?

Gunnar: Ho visto un sacco di tatuaggi!

Terji: Sì, tatuaggi

Heri: Bolevo fare un album con tutti i tatuaggi dei fan.

Gunnar: Quello con la copertina di By the Light of the Northern Star

Heri: Quello è ovviamente molto gentile e la cosa migliore è che i fan indirettamente ti pagano le bollette e ti permettono di vivere! *Ride*

 

Lenny: Dunque, il numero di fan sta crescendo, possiamo anche vederlo da Facebook, avete appena raggiunto 100.000 fan. Pensate che questo possa portarvi a fare un tour da headliner prima o poi? Possibilmente presto.

Heri: Faremo un altro tour in Europa l’anno prossimo con un’altra band scandinava

Terji: Dobbiamo ancora programmarlo, ma niente headliner.

Lenny: Noi siamo venuti a vedervi in Svizzera ed lì eravate headliner e ovviamente è stato diverso. Avevate più tempo, avete suonato diverse canzoni…

Heri: Non abbiamo tour da headliner prossimamente…

Terji: Vediamo cosa può fare quest’album per noi!

 

Lenny: Grazie!

Mattia: Grazie davvero!

 

Heri: Prego!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: