Heri parla della caccia alla balena

Nel 2011 Heri è stato ospite di un dibattito su Animal Planet, contro il fondatore e ”capitano” di Sea Shepherd, organizzazione che si batte da anni per i diritti degli animali marini. Già dagli anni 70 circa, SS si era scagliata contro la caccia alla balena nelle Faroer, e non si sono mai fermati nella loro sterile protesta contro la Grínd feroese.

Il dibattito (che potete vedere qui) si fece piuttosto acceso, e Watson seguitò nei giorni successivi, a offendere Heri via FB e social media. Heri ha pertanto scritto una lunga nota sul sito ufficiale della band. Lo stesso testo viene usato da Heri come risposta agli inutili attacchi che spesso vengono postati sulla bacheca facebook della band, chiaro segno che Heri ha condensato qua tutto il suo pensiero, e non intende aggiungere altro, nè litigare su questa infinita diatriba-

Abbiamo tradotto il testo scritto da Heri, in italiano.

Posso assicurare, Mr Watson, che non è stato un atto di coraggio, per me, metterci la faccia nel dibatto. Vorrei però sfatare alcune falsità che Watson e la sua sciatta organizzazione portano avanti da circa 20 anni.La motivazione per cui i politici evitano i dibatti con Watson sono le stesse per cui i membri di una fantomatica società ‘La terra è piatta’, non sono invitati a una conferenza di geologia.Si vuole evitare di dire al pubblico che Watson stia conducendo un dibattito bilanciato e ragionevole, quindi se mai ci fosse una base morale per le sue pretese, allora tanto vale che le condivida con i membri della società ‘La terra è piatta’, fuori dalla Conferenza Internazionale di Geologia.Quindi Watson viene lasciato con persone come lui, a dibattere, cosa che la dice lunga sulle sue credenziali. Non ho nessuna qualifica né competenza se non la mia stessa opinione sulla caccia alle balene, e sono un uomo libero, (esattamente come voi) di guardare e controllare come stanno le cose per i fatti miei. E visto che sono nativo feroese, ho accesso di prima mano alle informate, e so come Watson calpesta la realtà.

Ne io ne i miei compagni di band promuoviamo il nazionalismo, di nessun tipo. Costruiamo la nostra musica e i nostri testi sul folclore nordico.

E vorrei far notare a Watson che c’è una grande differenza tra questo e il nazionalismo. Sono felice, e anche un po’ sorpreso, che Watson concorda sul fatto che ogni accusa nazista volta verso i TYR è del tutto infondata.

Se Watson avesse ascoltato davvero, durante il dibattito, avrebbe capito che la canzone Rainbow Warrior parla di come NON sono nato in città. Posso solo immaginare che la maggior parte dei supporters di Sea Shepherd abbiano un background urbano. In ogni caso, il luogo di crescita di Watson mi interessa ben poco. Ragazzo di campagna o abitante di città, rimane un disonesto opportunista. E questo è ciò che voglio dimostrare.

Prima di tutto sfatiamo un mito piuttosto tenace: non ho mai usato l’argomento ‘tradizione’. Se trovassi che la caccia alle balene pilota fosse una vera crudeltà, o se ci fosse una possibilità di credere che le stesse siano in pericolo di estinzione, allora sarei il primo a battermi per la sua abolizione. Ma non la penso così. Non penso che la tradizione possa giustificare nessun tipo di crudeltà. Quindi si faccia sapere, per favore, che io, Heri Joensen, penso che la tradizione sia una terrificante giustificazione per a caccia alle balene nelle FO.

Ora, la Commissione Internazionale per la Caccia alla Balena, permette la tradizionale caccia di balene, a pochi nativi. Quindi anche se le leggi europee e danesi fossero cambiate, la caccia nelle FO sarebbe ANCORA legale.

MA, se la balena è venduta e distribuita GRATIS dopo che è stata uccisa, è solo per motivi politici, e non per motivi etici. Un’industria o no, deve comunque assicurarsi che la balena venga uccisa in maniera eticamente responsabile.

Il sistema circolatorio dei cetacei fa passare la maggior parte di riserva di sangue volta al cervello, vicino alla colonna spinale, quindi sia la colonna che l’arteria vengono recise velocemente, con il metodo ‘tradizionale’.

In passato ci potrebbe essere stata un po’ di crudeltà, casi in cui la morte è stata lenta, ma con l’introduzione della lancia spinale, e una stretta legislazione su come va condotta la caccia, ci vuole meno di un secondo per uccidere una balena.

Una pugnalata il più possibile vicino alla spina e al cervello, è il modo più rapido ed effettivo per uccidere una balena..

Come ho detto durante il dibatto il NAMMCO (Northern Atlantic Marine Mammal Commission) e non la Commissione Internazionale per la caccia alla balena (IWC), è l’organo preposto al conto delle balene.

I numeri dati dal NAMMCO sono supportati dall’ACS  (American Cetacean Society), dall’IWC, e dall’ICES. Solo l’IUCN dice che i dati non sono sufficienti ma comunque dicono che la caccia feroese è sostenibile. Dati che Watson ignora opportunisticamente.

La NAMMCO stima che ci sono circa 780.000 balene pilota ‘pinna lunga’, nell’Atlantico centrale, del Nord e a Est. La quota media di balene uccise è di 800. Quindi le balene cacciate, per essere davvero un rischio, dovrebbero essere attorno alle 400.000. Quindi, per far sì che Watson sia in ragione con le sue accuse, la NAMMCO avrebbe dei dati errati di almeno il 20%, sotto al naso delle organizzazioni al loro pari. Cosa che trovo abbastanza improbabile.Inoltre, ci sono evidenze  archeologiche che suggeriscono che le balene pilota sono state cacciate e mangiate nelle FO da almeno 1200 anni, e se a caccia fosse insostenibile penso che si potrebbe ragionevolmente desumere che le balene si sarebbero già estinte da un pezzo. Lo dico di nuovo: le balene pilota NON sono in via di estinzione. Non è corretto da parte di Watson usare la scusa dell’estinzione, perché anche se fosse eradicato dalla sua mente, scommetto che non la smetterebbe comunque di lamentarsi di questa pratica.

C’è poi l’argomento delle emissioni di carbonio. Se mieti il tuo territorio per nutrire i tuoi animali in cattività, risparmi al mondo un sacco di emissioni di carbonio.

I capi di bestiame vanno cresciuti, nutriti, macellati, congelati e trasportati attorno al mondo, e tutto ciò causa molte emissioni di carbonio. Il consumo sostenibile ed eticamente responsabile della flora e della fauna da pochissimi danni all’ambiente e permette agli animali di vivere nel loro habitat naturale il più possibile.

Per i supporter carnivori di Watson, e la sua opprimente organizzazione, di natura per lo più urbana, vorrei solo dire che se avete maiali, polli, mucche  uccisi per voi, in cambio di soldi, beh, eticamente parlando, non c’è niente di errato allora se lo fate voi stessi.

Dirci quindi che dovremmo andare a prenderci il cibo al supermercato non è un punto discutibile. Mostra una mentalità del tutto distaccata dall’ambiente.

Se poi volete dire che c’è un qualcosa che rende diversi cetacei rispetto ad altri animali, rendendoli così ‘non-ammazzabili’, avete ancora parecchio su cui pensare. Non so niente che provi che le balene siano più intelligenti dei maiali. Quando Watson dice che i cetacei sono più intelligenti degli umani, basandosi sul fatto che loro vivono in armonia con la natura, e questo la dice lunga sulla sua stessa intelligenza, e meno sull’intelligenza di una balena.

Ogni specie che non ha una tecnologia avanzata, e non vive in armonia con la natura, si è estinta. Sappiamo di specie che hanno superato questo dilemma, come alcune scimmie africane, di cui, ne siamo e ne sono membro. Se Watson leggesse Darwin lo saprebbe.

La questione degna del nostro interesse è però: le balene sono uccise in maniera eticamente corretta, almeno altrettanto eticamente corretta come vengono uccisi maialini, mucche e polli? Quelli stessi che consumano i cittadini?

Anche se non fosse questo il caso, conta forse il fatto che la balena vive nel suo mondo, nel suo habitat e in libertà?

Non è più un’atroce sofferenza, la cattività inflitta a certi animali, cresciuti solo per essere macellati?

Per i supporters vegetariani di Watson, e la sua sciatta organizzazione, vorrei direi che se avete problemi con gli animali, la fauna e la sua diversità, e su come essi vengano mangiati, beh avete dei problemi di magnitudo più forte della caccia alle balene. Anche se riuscite a mettere fine alla grind, cosa che per il  momento non penso proprio, non avrete risolto la millesima parte dei problemi di questo mondo.

Penso sia ovvio che l’unica ragione per cui Watson abbia parlato sempre e solo della balena pilota, delle FO, sia per avere facile accesso a immagini sanguinose, per suscitare sensazionalismo nelle menti urbane e nella loro visione di balene e delfini. La caccia alle balene non è assolutamente una questione industriale nelle FO e non c’è nessuno nella società urbana distaccata dall’ambiente che soffra di questa sciocca campagna.

In altre parole: non ci sono unioni, politici e multinazionali attaccate da Watson e dalla sua lucrosa organizzazione.

Immaginate l’oltraggio se venisse ad attaccare le grandi industrie del maiale o della carne bovina? E’ proprio per mero opportunismo che si accanisce sulle FO!

Ricorda, caro lettore, che potresti vedere immagini sanguinose, tali e quali quelle dei mattatoi, ma visto che non ci possono entrare fotografi, il sangue cola direttamente negli scoli e nelle fognature.

E’ anche ipocrita da parte di Watson portare in causa questioni come ‘specie in via d’estinzione’ e ‘livelli di mercurio’ perché sono convinto che anche se Watson, con i suoi bassi standard, capisse che le balene pilota non sono in via d’estinzione, e che non c’è alcun rischio mercurio, continuerebbe la sua Missione per conto di dio per purgare il mondo da ogni male possibile.

Vorrei inoltre far notare l’oscurantismo e l’opportunismo con cui lavora Watson.

Comparare i cacciatori di balena a soldati che devono uccidere in battaglia. Mah non so più cosa dire! Comparereste qualcuno che lavora in un mattatoio a un boia?? Questo mostra come sia schifosamente distaccato il modo di pensare di Watson. Penso che sia incredibile che qualcuno pensi certe cose, e ciò conferma la mia teoria che sia fatta solo per provocare, su due fronti. Una reazione negativa da parte dei ‘balenieri’ e una simpatizzante dai supporters di SS. O Watson sta davvero mostrando una visione distorta del mondo o è semplicemente impazzito.

CI sono molte inconsistenze the vorrei mostrare ma le mie dita sono stanche di scrivere, ma non mi stanco facilmente, sia chiaro, ma Watson ne vale la pena. Quindi ecco a voi un link a tutte le ‘baggianate’ di Watson.

http://seashepherdlies.com/

non ho avuto modo di provarle tutte, e controllarle, ne posso farlo. Ma provano tutte che Watson è un opportunista e un enorme bugiardo. Sentitevi liberi di controllarle da voi.

Il vostro Heri

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: