Intervista tradotta, @Metalheim

Ecco la traduzione di una lunga intervista a Kari, Gunnar e Terji.

Grazie a Mattia (:

Questo è il link originale: http://www.metalunderground.com/news/details.cfm?newsid=73479

Durante il primo giorno del Metalheim Festival, ho avuto l’opportunità di sedermi e parlare con Gunnar Thomsen, Kári Streymoy e Terji Skibenæs dei Týr. I ragazzi mi hanno parlanto dei lor odesideri di espandersi musicalmente e di cosa possiamo aspettarci nel futuro dai Týr, oltre a delle interessanti esperienze in tour.

MU: Allora, sono qui con i Týr, perché non iniziamo con le presentazioni?
G: Io sono Gunnar! Sono il bassista nei Týr.
T: Io sono Terji. Chitarrista nei Týr.
K: Io sono Kári, batterista nei Týr.

MU: Grande! Allora, come vanno le cose per i Týr dopo l’uscita di “The lay of Thrym”?
T: Orribilmente! (ride)

MU: Orribilemnte? Non è bello da sentire?
K: No, no, va tutto bene!

MU: Ha! Bene, ragazzi.. Avete appena realizzato un nuovo album, tutto è andato come vi aspettavate?
G: Anche meglio!

MU: Bene! In che modo?
G: L’album ha avuto fantastiche recensioni! E ad ogni modo è il album preferito.

MU: Quindi come descrivereste l’evoluzione del sound dal primo album?
T: Siamo diventati più immediati e meno tecnici. Ed è la direzione che vogliamo prendere.
G: Più power metal!
T: Sì, qualcosa del genere.

MU: Questo vi lascia più spazio per la creatività?
K: Lascia più spazio alla creatività, e proviamo ad abbassare il tutto di una tacca, così tutti possono capire.
G: Sì, e probabilmente è più facile da esibire dal vivo, non abbiamo ancora provato, però lo speriamo.

MU: Secondo voi di cosa parla questo album?
T: Ah, non lo so!
G: Beh, è molto politico. Riguarda la fine dei giorni dei tiranni. Ma sarebbe una domanda per Heri, il nostro songwriter.
T: Ma in poche parole è così.

MU: Bene, approfondendo un po’ nel simbolismo, voi avete una canzone che si chiama “Shadow of the swastika”, che ha suscitato diverse reazioni.
T: Sì! Ed è praticamente il motivo per cui abbiamo scritto la canzone, perché alcume persone credono che siamo nazisti, fascisti, o altro.
G: Quindi questo è un grande “vaffanculo” per loro!
T: Sì, perché decisamente non lo siamo!
G: Sì, abbiamo avuto qualche problema tempo fa con un ragazzo tedesco che ha scritto molta roba su di noi ed è venuto fuori dai media ed è stato toalmente un malinteso. Il nostro punto di vista è stato insinuare che lui ci avesse dato dei nazisti.

MU: Oggi un sacco di gente non hanno ancora realizzato che i simboli hanno diversi significati. È questo che vi ha indotti a scrivere quella canzone in modo da fare luce sul malinteso?
T: Sì, per dire alle persone che non apparteniamo ai nazisti.
G: Hitler non li ha inventati.
K: Li ha solo usati.

MU: In un modo sbagliato rispetto agli originali. Bene, negli ultimi anni c’è stato un’interesse di massa verso la cultura pagana. Reazioni?
G: No, noi non c’entriamo.
T: No, non del tutto. Non so perché la gente pensi questo.
G: È solo il nostro patrimonio culturale e una bella storia
K: Sì, solo la storia.

MU: Ok. Voi venite dalle Isole Fær Øer, vicino all’Islanda. Quanto avete in comune con la Scandinavia o con i paesi nordici?
K: Un bel po’ con la Norvegia e l’Islanda. Sono tutte molto simili. Clima molto rigido, ma alla fine tutto è uguale alla Scandinavia.
G: Solo più piccolo. Abbiamo le macchine, non abitiamo in caverne o cose del genere!

MU: Vero! Ora, sarei tentato di raggruppare le band scandinave in una categoria del Folk metal, ma per quanto riguarda il vostro sound, quanto prendete dallo stile folk feroese?
T: Tanto, davvero tanto.
K: Molte canzoni vecchie sono basate proprio su quello.
T: Anche le melodie sono basate su quello
K: E sulle vecchie saghe e roba del genere. Alla fine è buono.
G: E su alcune canzoni non riesci a sentire l’influenza se non la conosci. Non diresti neanche che sono ispirate da musica folk!

MU: Ce ne sono alcune particolari?
K: No, solo quelle belle!
G: Tieni tutte le porte aperte e non focalizzarti su una cosa, facciamo solo quello che ci piace.
K: Scriviamo anche roba nostra, non solo quel genere di cose.

MU: Quando scrivete, cosa vi ispira?
T: Beh, Heri, il cantante principale, scrive la maggior parte delle nostre canzoni.
K: A me va bene qualunque cosa suoni bene!
G: So che a Heri piace comparare il passato con il mondo di oggi, specialmente scriviamo di ciò. Penso sia molto politico e poi mischia il tutto con le saghe.
K: E una buona ispirazione sono le altre band.

MU: Chi vi ispira?
G: Dream Theatre, Iron Maiden.
K: Tutti i generi!

MU: Bene, tutto molto diverso! In quali paesi avete la maggior parte dei responsi?
K: Probabilmente Brasile!
G: Sì, Sud America.
T: E Polonia.
G: E Stati Uniti anche.

MU: È frustrante suonare roba nuova per la prima volta?
T: Sì!
K: Sì e molte volte facciamo canzoni che non abbiamo provato.
G: Magari i festival non sono il posto migliore dove iniziare a suonare una canzone, ahah.

Parlando sempre di tour, dove non siete mai stati e vorreste andare?
G: Australia!
T: Giappone, Asia in generale.
G: Sì, vorremmo davvero andare là e attualmente in Giappone questo è il primo album che vendiamo là. Siamo eccitati nel vedere come andrà.

MU: Che aspettative avete?
G: Nessuna, in realtà.
T: Vedremo come va!

MU: Questo è l’atteggiamento giusto! Qual è il prossimo traguardo ideale dei Týr?
K: Di fare tutto questo per la vita!
G: Sì!

MU: Ok, non siete ancora arrivati a QUEL punto? [Ovvero di iniziare un’altra attività, NdT]
Tutti: No!
T: Non ancora. Lui è un idraulico (a Gunnar).

MU: E tu cosa fai?
T: Sono tatuatore.

Fantastico! E tu?
K: Disoccupato.
G: Lavorava presso un’industria di pesca.
K: Sì, guidavo il muletto.

MU: Noi siamo una rivista americana e non abbiamo molte informazioni su di voi, quindi se doveste riassumere i Týr in poche frasi, cosa vorreste che sapessero i nostri lettori?
G: SIamo davvero bravi!
K: Davvero, comprate i nostri album, li amerete e non rimpiangerete niente.
T: Tutti dovrebbero sapere che se vedi il nostro bassista camminare verso di voi, non lo dovrete prendere in giro.
K: E che facciamo musica che ci piace e speriamo che agli altri possa piacere! È importante che ci piaccia.
G: Epica e melodica!

MU: Ditemi una cosa sui Týr che vi contraddistingue dagli altri gruppi.
K: La voce pulita
G: Sì, siamo melodici e heavy
T: Assoli di chitarra fantastici
G: Meglio degli altri gruppi. E abbiamo un ragazzo davvero carino!

MU: Quindi infrangerete i cuori delle ragazze americane quando tornerete negli USA?
G: Assolutamente!
K: No, non lo facciamo!!

Bene, ahah! Qual è la cosa più pazza che vi è mai successa in tour?
G: Penso la Germania! La polizia in Germania.
K: Ah, e il bus olandese. Credevano che tu fossi un terrorista!
G: No, credevano che fossimo..
T: Sì, credevano che fossimo ladri!
G: Loro sono stati ladri.
T: Nel negozio di elettronica. Eravamo dietro al bus ad usare i laptop.
G: Quando ho aperto la porta, un poliziotto aveva una pistola. Avevo pronto il mio passaporto.
T: Poi siamo usciti ed eravamo ricercati.
K: Poi si sono messi a piangere un po’!
T: Sì, alla fine! Ma è normale!

Se poteste andare in tour con qualcuno, con chi andreste?
G: Dream Theatre!
K: Sarebbe bello!
G: Black Sabbath!

Ahah, fantastico! Le ultime parole per noi?
T: Comprate il nostro album!
G *sussurra nel mio registratore*: Compratelo, comprate il nostro album… Compratelo!
T: Ahaha, e ricordatevi di camminare dall’altra parte della strada se vedete il nostro bassista.
K: Sì, camminate dall’altra parte, attraversate la strada, non fatevi vedere, è molto importante!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: